Ortodonzia e Gnatologia

L’ortodonzia e l’ortopedia dento-maxillo-facciale sono le specialità dell’odontoiatria che riguardano la prevenzione e il trattamento delle anomalie di posizione e di sviluppo dei denti e dei mascellari.

 

Gli obiettivi fondamentali riguardano da un lato un corretto allineamento dentario, dall’altro una funzione masticatoria corretta ed una migliore estetica del viso. Tali obiettivi si raggiungono attraverso l’utilizzo di una serie di apparecchiature da applicare in via temporanea. Si tratta di “apparecchi removibili”, realizzati in resina, che possono avere differenti colorazioni e inglobare viti e ganci di varia forma e dimensioni ed essere associati in caso di terapia funzionale a delle trazioni extraorali, e “apparecchi fissi”, costituiti da attacchi ortodontici direttamente applicati sui denti nei quali vengono inseriti, di volta in volta, fili di diametro e forma diversi.

 

Alla luce delle più recenti acquisizioni dell’ortodonzia intercettiva, si consiglia una prima visita ortodontica in un’età compresa tra i 3 e 6 anni. Questa permette di valutare:

 

  • il tipo di crescita maxillo-facciale
  • le abitudine viziate (succhiamento delle dita, respirazione orale, deglutizione infantile) affollamento dei denti erotti
  • presenza di eccessivi diastemi
  • morso crociato mono o bilaterale
  • morso aperto o morso coperto

 

Una prima fase di trattamento, detta terapia intercettiva, svolta in dentatura latteale o mista, permette di correggere totalmente o in parte quelle disarmonie dentali e scheletriche che, se non corrette in fase di crescita, potranno complicare notevolmente i futuri trattamenti.

 

Una seconda fase inizia di solito ad eruzione completa dei denti permanenti.

 

Da un punto di vista estetico, la correzione di determinate malocclusioni porta ad evidenti miglioramenti nell’armonia facciale con indubbi vantaggi anche di tipo psicologico.

 

Ciò é particolarmente evidente per i pazienti adulti, ai quali è possibile eseguire una cura ortodontica indipendente dell’età, allo scopo di migliorare l’estetica del viso e la funzionalità masticatoria.

 

Gnatologia

 

La Gnatologia è quella branca dell’odontoiatria che studia la funzione masticatoria, ovvero come i denti, i muscoli e le articolazioni delle due arcate interagiscono tra loro quando entrano in contatto durante la masticazione, la deglutizione e la fonazione.

 

Una “disarmonia” nel combaciamento dei denti può produrre infatti danni importanti non solo a carico dei denti stessi, ma anche a livello delle articolazioni della mandibola e dei muscoli della bocca, del collo, della testa e perfino della schiena.

 

A volte, mal di testa e mal di schiena possono dipendere proprio da una occlusione disarmonica.

 

Quando i muscoli masticatori sono dolenti e irrigiditi, oppure se le articolazioni non lavorano in modo corretto, la mandibola si muove con difficoltà e compie dei tragitti anomali. In tali casi, essendo impossibile capire su quali denti agire per raggiungere un combaciamento armonico tra le due arcate, si utilizza un dispositivo di resina che impedisce ai denti di entrare in contatto e favorisce quindi il rilassamento dei muscoli masticatori. Questo dispositivo prende il nome di placca di svincolo o bite-plane.